Vai al contenuto della pagina

Cupping test Erichsen ISO 20482, Olsen ASTM E643-84

Il cupping test Erichsen/Olsen viene utilizzato per determinare la duttilità di lamiere e nastri metallici e soddisfa le normative DIN EN ISO 20482, JIS Z-224 e ASTM E643-84.

Il processo di formabilità utilizzato per questa prova registra essenzialmente la capacità di stiramento del materiale metallico, direttamente paragonabile ad un processo di stiramento e di rimozione dei rigonfiamenti. Le aree del bordo (bordi) sono conservate, e quindi vengono influenzate poco, o per niente, dalla formabilità. Il provino viene tirato fino a quando non si verifica una cricca che attraversa l'intero spessore del provino, ed è larga abbastanza da permettere alla luce di filtrare dalla parte della sua lunghezza.

Cupping test per la determinazione della profondità e forza di indentazione

Con il cupping test Erichsen/Olsen si determina la profondità di indentazione di un penetratore e la forza al momento della cricca. Il risultato della prova è la profondità misurata, che corrisponde al percorso del punzone fino alla formazione della cricca. Vengono eseguite almeno tre prove e la media aritmetica h è espressa in millimetri.

Questa immagine rappresenta il cupping test secondo ISO 20482 / ASTM E643-84. Il campione (blu) è tenuto dalla matrice superiore e inferiore (grigio). Il punzone (rosso) deforma il campione, fino a quando non si verifica una cricca.

Cupping test aggiuntivi

Curva limite di formabilità (FLC)

Con la curva limite di formabilità secondo ISO 12004, è possibile determinare il limite di cedimento di una lamiera.
a Curva limite di formabilità (FLC)

Test bulge idraulici

Durante il bulge test (test di rigonfiamento) secondo ISO 16808, vengono determinate le curve sforzo-deformazione tramite una prova idraulica.
a Test bulge idraulici

VW test

La prova VW testa l’ondulazione della lamiera della carrozzeria.
a VW test

Prodotti correlati al cupping test Erichsen (ISO 20482) e Olsen (ASTM E643-84)

Top