Vai al contenuto della pagina

Macchina per le prove su lamiere - BUP

Download
Settori industriali
  • Metalli
Carico di prova
  • 100 - 1.000 kN
Tipo di prova
  • Cupping test
  • Earing test
  • Prove dell’espansione del foro
  • Curva limite di stampaggio
Norme
  • ISO 20482
  • DIN EN 1669
  • ISO 12004
  • ISO 16630

Soluzione di prova flessibile per le prove su lamiere

Con le macchine BUP vengono determinati e valutati i valori caratteristici della duttilità delle lamiere. Le macchine per prove di imbutitura assistono il processo di sviluppo nel caratterizzare nuove leghe e nuove tecnologie di lavorazione dei metalli, così come nell'eventuale produzione in serie.

Le loro caratteristiche principali sono la flessibilità, la velocità e la facilità di cambio degli accessori per le diverse prove. Inoltre, di importanza rilevante sono le funzioni integrate controllabili singolarmente come punzonatura, stiramento ed espulsione.

Macchina di prova BUP per le prove su lamiere

Macchina di prova per la misurazione della duttilità delle lamiere in accordo alle normative DIN EN ISO 20482, DIN EN 1669.

Vantaggi e caratteristiche

Vantaggi e caratteristiche

Descrizione
Vantaggi e caratteristiche
Funzionamento conveniente

Descrizione

  • Le macchine per le prove sulle lamiere BUP sono disponibili in cinque versioni con una forza massima di 100 kN, 200 kN, 400 kN, 600 kN o 1.000 kN.
  • Nella macchina di prova BUP è integrata una funzione di punzonatura che permette di punzonare un pezzo grezzo e di estrarre una tazza in un'unica operazione (a partire da BUP 200).
  • La sequenza di prova può essere regolata individualmente, come ad esempio la velocità di imbutitura e la forza di serraggio della lamiera.
  • Con il software di prova opzionale testXpert III, i risultati possono essere anche valutati e salvati come grafici.

Vantaggi e caratteristiche

  • Cambio di accessori e di dispositivi facile e veloce, inclusi: punzone di stiramento, dima di deformazione, dispositivo di tenuta lamierino, punzone di taglio, anello di taglio e anello raschiante. Numerose opzioni di espansione modulare
  • Accessori/dispositivi di prova provenienti da macchine di generazioni precedenti, possono continuare ad essere usati (con alcune restrizioni). Dispositivi/accessori di prova per i metodi di prova stabiliti "pronti all'uso", dispositivi/accessori speciali su richiesta.
  • Il livello basso di attrito tra pistone ed attuatore garantisce registrazioni di misura precise, con una riproducibilità di prova eccellente.
  • Funzionamento silenzioso e pulito. Facilmente trasportabile grazie ad una struttura compatta.
  • Estrattore idraulico della tazza tramite pistone integrato, con perno che agisce attraverso il punzone stesso di stiramento.
  • L'elettronica può essere ruotata all'angolo visivo ottimale per i valori misurati.
  • Comandi in posizione comoda.
  • Protezione idraulica ed elettrica per tutte le funzioni.
  • Lo scaricamento regolabile automatico del supporto consente, durante il test, lo stiramento della tazza senza il danneggiamento dell'"orecchio".
  • Impostazione automatica della forza preselezionata di serraggio dopo la procedura di tranciatura.
  • Ritiro e spegnimento automatico del pistone dopo la fine della prova a causa del rilevamento della cricca o del raggiungimento della massima corsa del pistone (s-limit).
  • Porte a battente e pannelli di rivestimento estraibili per un facile accesso ai componenti.
  • La costruzione aperta della macchina consente di eseguire prove multiple su lunghe strisce di lamiera senza la necessità di aprire e chiudere la testa dello strumento.
  • Nessun odore sgradevole grazie al circuito chiuso dell'olio.
  • Sono disponibili soluzioni speciali (ad esempio: cella di carico piezoelettrica, diverse velocità di imbutitura, centraline idrauliche separate, ecc).

Funzionamento conveniente

  • Cambio di velocità di stiramento profondo durante la prova (BUP 400 / 600 / 1000).
  • Interruttore di modalità funzionamento manuale o automatico (BUO 400 / 600 / 1000).
  • L'azionamento a due mani elimina il rischio di incidenti durante la chiusura della testa del dispositivo della macchina BUP 100/200.
  • Apertura e chiusura idraulica della testa del dispositivo con funzionamento a 2 mani (BUP 400 / 600 / 1000).
  • Impostazione della corsa per facile cambio accessori/dispositivi (BUP 400 / 600 / 1000).

Descrizione tecnica

Hai domande o curiosità sui nostri prodotti?

Contatta i nostri esperti.
Saranno lieti di aiutarti!

 

Contattaci

Prodotti correlati e accessori

Metodi di prova tipici per le macchine per prove su lamiere

I metodi di prova tipici per i test sulle lamiere includono il cupping test Erichsen (ISO 20482) e Olsen (ISO 20482), l’earing test per la determinazione dello stiramento del metallo (ISO 11531 / EN 1669) e le prove di espansione del foro secondo ISO 16630.

Particolare importanza viene attribuita alla determinazione della curva limite di stampaggio (FLC) in accordo alla ISO 12004, utilizzata in due fasi in modo da generare deformazioni critiche durante i test, confrontate con quelle già esistenti su componenti reali. Una volta che la FLC è stata determinata, viene utilizzata nella fase di progettazione dei componenti per ottimizzare lo stampaggio, accelerando così il processo di sviluppo.

Metodi di prova per i test sulle lamiere

I metodi di prova per i test sulle lamiere forniscono valori caratteristici per la lavorazione dei metalli e comprendono prove come cupping test, earing test e prove di espansione del foro.
a Metodi di prova per i test sulle lamiere

Cupping test Erichsen/Olsen

I cupping test Erichsen (ISO 20482) e Olsen (ASTM E 643-84) vengono eseguiti per determinare le capacità di stiramento a della lamiera.
a Cupping test Erichsen/Olsen

Earing test su metallo/alluminio

L’earing test viene utilizzato sui materiali metallici (ISO 11531) e sull’alluminio (EN 1669) per determinazione delle eventuali irregolarità, chiamate orecchie,
a Earing test su metallo/alluminio

Determinazione della sensibilità alla cricca del bordo

Durante la prova di espansione del foro secondo ISO 16630, un foro viene allargato con un punzone conico e viene determinata la sensibilità alla cricca del bordo della lamiera.
a Determinazione della sensibilità alla cricca del bordo

Curva limite di formabilità (FLC)

Con la curva limite di formabilità secondo ISO 12004, è possibile determinare il limite di cedimento di una lamiera.
a Curva limite di formabilità (FLC)

Download

Nome Tipo Dimensione Download
  • Product information: Macchine per prove su lamiere 100/200 kN PDF 524 KB
  • Product information: Macchine per prove su lamiere 400/600 kN PDF 514 KB
  • Product information: Macchine per prove su lamiere 1000 kN PDF 523 KB
Top