Vai al contenuto della pagina

Prodotti per prove di impatto

Prove di impatto su materie plastiche e metalli, con ZwickRoell i tuoi test sono in accordo alle normative!

Le prove di impatto sono prove a breve termine e forniscono informazioni sul comportamento di materiali o componenti soggetti a carico rapido e alle diverse temperature. Tutti i materiali sono utilizzati su base giornaliera con temperature variabili. Poiché il comportamento della frattura dipende dalla temperatura, i materiali vengono spesso testati nell'intero intervallo della temperatura operativa, indicando a quale temperatura e in quale misura il materiale diventa fragile.

Strumenti per prove di impatto: pendoli e torri di caduta

Le prove di impatto si sono sempre più affermate nel campo delle prove su materiali e componenti, ciò che si determina attraverso questi test evidenzia la caratterizzazione del materiale. Tra i sistemi di prova che da diversi anni ZwickRoell propone per i test di impatto troviamo: pendoli per prove di impatto su metalli e materie plastiche, torri di caduta da pochi joule fino a 100.000 joule e macchine di prova ad alta velocità.

  • Il range di energia va da 5,5 joule (pendoli a impatto) fino a 100.000 joule (torri di caduta).
  • Le nostre macchine per prove di impatto sono disponibili anche in versione strumentata.
  • Per il condizionamento della temperatura dei provini, ZwickRoell offre sia l’unità appropriata che il magazzino. I risultati di prova affidabili partono da una precisa e scrupolosa preparazione provini. Tutte le soluzioni di ZwickRoell sono conformi alle normative.
  • Per test particolarmente economici ed affidabili, ZwickRoell offre soluzioni automatizzate per le prove di impatto.

Scopri di più sulle diverse opzioni.

Pendoli a impatto fino a 750 joule

Torri di caduta fino a 20.000 joule

Pendoli a rimbalzo

Prove di impatto su materie plastiche

Prove di impatto su materie plastiche

Prove di impatto su materie plastiche - non strumentate
Prove di impatto su materie plastiche - strumentate
Prove di impatto su elastomeri e schiume

Prove di impatto su materie plastiche - non strumentate

Nel campo delle prove di impatto, esistono normative ISO relative al prodotto, al metodo e standard per gli strumenti.

Le normative relative al prodotto e al metodo descrivono come i campioni vengono prelevati dai diversi materiali e testati. In alternativa descrivono un metodo di prova per un prodotto o un gruppo di materiali.

Le normative relative allo strumento descrivono come sono progettati gli strumenti di prova, specificano i dati tecnici e le loro tolleranze e definiscono come dovrebbero essere verificati gli strumenti di prova.

Mentre i nostri clienti si affidano principalmente alle normative dei prodotti, in qualità di produttore di strumenti, anche noi siamo vincolati da questo tipo di normative (per la sequenza di prova) ma anche da quelle relative agli strumenti (per la progettazione tecnica dello strumento di prova). Di seguito sono elencati entrambi i gruppi di normative.

In linea di principio, gli standard ASTM non fanno distinzione tra normativa di prodotto, di metodo o di strumento.

Prove di impatto su materie plastiche - strumentate

The following characteristics are determined in instrumented Charpy tests to ISO 179-2:

  • Maximum force
  • deflection at maximum force
  • energy up to maximum force
  • deflection at break
  • energy at break

Prove di impatto su elastomeri e schiume

The objective of tests on elastomers and foams is the straightforward and fast measurement of material elasticity.

One material that is up to 100% elastic stores supplied energy and releases it at the moment the force is no longer applied. In contrast, material that is up to 100% plastic absorbs supplied energy completely.

These characteristics are used to measure rebound resilience:

A disk-shaped specimen is clamped to a massive block. A pendulum hits the specimen and supplies energy through the hit. The elastic part of the specimen saves the energy (the pendulum rests for a moment) and then returns the energy to the pendulum. The pendulum is accelerated in the opposite direction and swings back.

Once it reaches its resting position after returning, the backward swing angle is measured. Using the angle, the elastic energy that the specimen returned to the pendulum is calculated.

Prove di impatto su metalli

Scopri i progetti interessanti dei nostri clienti relativi alle prove di impatto

Attualmente nessun elemento disponibile.

Download

Top