Vai al contenuto della pagina

Pendoli per prove di impatto su materie plastiche

Fino a 50 joule Download
Settori industriali
  • Principalmente materie plastiche
Energia max
  • 50 joule
Tipo di prova
  • Charpy
  • Izod
  • Dynstat
  • Trazione a impatto

Pendoli per prove di impatto su materie plastiche - accurati, affidabili e operator-friendly

Insieme ai test di trazione e flessione, le prove di impatto Charpy sono le prove meccaniche eseguite più spesso nell'industria dei polimeri. La gamma di pendoli HIT di ZwickRoell offre una soluzione ad alta precisione e conveniente. 

Prove di impatto su materie plastiche

Con i pendoli per prove di impatto HIT è possibile eseguire test Charpy, Dynstat, Izod e di trazione a impatto, Metodi A/B, in conformità alle normative. Con ZwickRoell riuscirai sempre a colpire il bersaglio!

Vantaggi

Vantaggi

Vantaggi
Funzionamento touch, intuitivo e basato sul flusso di lavoro
Dimestichezza acquisita rapidamente
Utilizzo flessibile con o senza PC
Risultati di prova affidabili
Concetto di funzionamento ergonomico
Telaio di supporto solido e base stabile
Prove di impatto intelligenti
Sicurezza per ogni applicazione
testXpert III e prove strumentate
Prove rapide a bassa temperatura

Vantaggi

  • Un pendolo HIT identifica automaticamente la mazza in uso e determina sempre i valori misurati nella gamma corretta e secondo la normativa vigente.
  • È il primo dispositivo a disporre di una doppia asta in carbonio che fornisce un alto livello di rigidità nella direzione di impatto ed una forte concentrazione di masse nell'area d'impatto.
  • Ogni strumento è fornito di un'unità di cambio rapido che permette di sostituire la mazza velocemente e senza l'uso di strumenti.
  • Il freno a disco opzionale del pendolo è virtualmente esente da usura.
  • La comodità dell'operatore è una delle caratteristiche principali dei pendoli HIT. Gli elementi operativi si trovano a portata di mano dell'operatore, evitandogli fatiche inutili.
  • L'elettronica contiene un codificatore digitale ad alta risoluzione per misurazioni accurate dell'angolo di impatto. Per l'integrazione nei sistemi di gestione del laboratorio è inclusa un'interfaccia RS232 con una connessione al PC tramite plug e porta USB.
Touch_operation__FO

Funzionamento touch, intuitivo e basato sul flusso di lavoro

Tutte le impostazioni relative ai test sono raggruppate in modo logico e separate dalle impostazioni di livello superiore del sistema. L'operatore viene guidato passo dopo passo attraverso la configurazione di prova. La configurazione salvata può essere facilmente esportata e trasferita ad altri strumenti.

Dimestichezza acquisita rapidamente

La gestione integrata dell'utente riduce al minimo le possibilità di input dell'operatore. Gli utenti vedono solo ciò che è importante per loro, in modo da potersi concentrare sulle loro attività fin dall'inizio.

Utilizzo flessibile con o senza PC

Grazie alla nuova filosofia operativa standardizzata, l'utente può passare facilmente dal dispositivo al PC.

HIT_Oscillogram__DR

Risultati di prova affidabili

Il processo di progettazione di un pendolo per prove di impatto con vibrazioni naturali costantemente basse tiene in considerazione il provino, le mazze e i fissaggi.

Per i suoi pendoli HIT, ZwickRoell utilizza materiali in carbonio ad alte prestazioni. I vantaggi principali sono:

  • Rigidità del pendolo nettamente maggiore
  • Distribuzione ideale della massa
  • Risultati dei test ripetibili e riproducibili.

Grazie all’altissimo rapporto tra la massa dello strumento e quella della mazza, è possibile eseguire test in un campo di misura fino all'80% dell'energia potenziale.

Il passaggio tra i vari accessori HIT è rapido e allo stesso tempo le guide di precisione garantiscono un continuo adattamento positivo alla piastra base.

PI_Pendulum stopper__FO

Concetto di funzionamento ergonomico

La comodità dell'operatore è una delle caratteristiche principali dei pendoli HIT, tutto è a portata di mano e i comandi sono ad un'altezza standard.

  • Per cambiare gli accessori è sufficiente allentare leggermente i bulloni di fissaggio, togliere dalle guide il dispositivo da sostituire e inserire l’altro al suo posto. I fermi limite garantiscono il posizionamento affidabile.
  • La mazza può essere facilmente sostituita sganciando il relativo blocco senza l’utilizzo di attrezzi. La procedura è semplice e rapida.
  • I provini vengono smaltiti nell’apposito vassoio di raccolta integrato.
  • L'elettronica è dotata di una tastiera semplice e facile da usare. Durante i test in serie i risultati vengono visualizzati sul display.

Telaio di supporto solido e base stabile

Il telaio saldato al tavolo garantisce la massima rigidità, mentre gli elementi di livellamento a base larga assicurano stabilità e fermezza. I fermi di posizionamento del tavolo si allineano perfettamente con il telaio del pendolo. La base del pendolo HIT è costruita con una fusione metallica antivibrante e il rapporto tra la sua massa e quella della mazza è conforme ai requisiti standard. Tre elementi di livellamento robusti e bloccabili forniscono un appoggio sicuro e consentono l'allineamento orizzontale dello strumento, in questo modo è possibile ottenere risultati affidabili indipendentemente dalle condizioni del laboratorio.

Pendulum coding_instrumented__FO

Prove di impatto intelligenti

Proprio come ogni peso porta incisa la sua massa, allo stesso modo ogni pendolo ZwickRoell porta con sé i suoi dati sotto forma di codifica leggibile elettronicamente.

La normativa, il tipo di test, la capacità energetica, l'angolo di partenza e altri dati fisici sono per l’elettronica i fattori identificativi di ogni mazza. Nello strumento sono memorizzati anche i dati relativi all’attrito con aria e cuscinetti. In questo modo le misurazioni errate vengono eliminate.

Angoli di partenza liberamente selezionabili consentono parametri di prova ottimali, ad esempio la velocità di impatto e la perdita di energia all'impatto. Dopo la prova, la mazza ritorna alla posizione di partenza tramite un azionamento a motore.

hit-pendulum impact tester-5-50j-series-fo

Sicurezza per ogni applicazione

Per proteggere l'operatore dai frammenti dei provini o per evitare il contatto con una mazza in caduta, ZwickRoell propone diverse soluzioni di sicurezza.

  • Durante i test Charpy il sistema di sicurezza del dispositivo garantisce che il provino rimanga all'interno dello strumento.
  • Il dispositivo di sicurezza orientabile consente un accesso ottimale, ad esempio durante i test Izod.
  • Il dispositivo di sicurezza con interblocco elettrico elimina il flusso d’aria durante la prova e fornisce la massima protezione contro i frammenti dei provini. Per sganciare la mazza è necessaria un'operazione a due mani, eliminando così la possibilità di entrare in contatto con lo strumento durante la prova.

testXpert III e prove strumentate

Il software di prova ZwickRoell fornisce una chiara panoramica di tutte le caratteristiche di impatto registrate in una tabella e un grafico dei risultati, consentendo di produrre valutazioni statistiche complete.

I dati vengono memorizzati in modo semplice e sicuro:

  • in un report preparato in conformità con la normativa
  • in una serie di test contenuta nel software di prova testXpert III
  • esportati automaticamente nel tuo database

Le prove di impatto strumentate consentono di ottenere ulteriori informazioni sui valori caratteristici e sulle proprietà dei materiali, e di effettuare indagini sulla meccanica della frattura e valutazioni automatizzate della frattura. Sono disponibili pendoli per prove strumentate e l’elettronica avanzata per la registrazione ad alta accuratezza dei processi ad alta velocità relativi alla rottura dei provini.

Prove rapide a bassa temperatura

La resistenza all’impatto a basse temperature è un valore caratteristico importante dei materiali. A tal proposito, ZwickRoell offre un’unità di condizionamento della temperatura e un magazzino per il raffreddamento dei provini. Per i test a basse temperature i provini vengono prima condizionati in un’unità di raffreddamento, successivamente il caricatore con i campioni viene fissato all'alimentatore dei campioni, che viene a sua volta collegato al pendolo HIT. In questo modo i campioni possono essere rapidamente e comodamente estratti e testati.

Applicazioni prove di impatto su materie plastiche

Applicazioni prove di impatto su materie plastiche

In generale
Charpy
Izod
Prove di trazione a impatto:
Dynstat

In generale

I provini possono essere testati secondo:

  • Prove Charpy: ISO 179, ASTM D6110
  • Prove Izod: ISO 180, ASTM D256, ASTM D4812
  • Prove di trazione a impatto: ISO 8256 Metodo A e B, ASTM D1822
  • Prove Dynstat: DIN 53435
Prova Charpy su materie plastiche

Charpy

Il dispositivo per prove di tipo Charpy è formato da un'unica base di fusione. Gli elementi specifici per ogni singola prova, come per esempio i supporti e gli appoggi a incudine, sono selezionati in base ai provini da testare.

I risultati dei test sono significativamente influenzati dalla rugosità e dal raggio degli appoggi a incudine, prodotti con elevata precisione CNC e misurati al 100%. ZwickRoell non fornisce appoggi a incudine monoblocco in quanto è difficile ottenere una buona accuratezza dimensionale. Durante l'installazione, la posizione dell'appoggio rispetto al percussore è garantita da una dima opzionale.

Poiché gli appoggi a incudine sono soggetti ad un’usura maggiore rispetto ai supporti, è possibile sostituirli separatamente per evitare i costi di una sostituzione completa. Gli adattatori a cambio rapido assicurano che il punto d'impatto sia regolato secondo la larghezza del provino nella direzione d'impatto. La regolazione dello spessore del provino (in direzione verticale) viene effettuata mediante supporti opportunamente dimensionati e regolati con perni di bloccaggio, assicurando un inserimento accurato.

Opzionalmente sono disponibili per il dispositivo Charpy lo schermo di sicurezza e l'unità di allineamento per consentire il corretto posizionamento al centro dell'impatto, utilizzando l'intaglio o il bordo anteriore del provino.

Vantaggi

  • Cambio dispositivo veloce
  • Produzione di precisione degli appoggi, con verifica documentata della precisione dimensionale del 100%
Prova Izod su materie plastiche

Izod

Two types of Izod fixture can be used. The manual fixture is equipped with a fine-threaded lead-screw, allowing precisely controlled gripping of soft, hard or clamping-sensitive specimens.

The pneumatic fixture is ideal where high throughput is required or temperature-conditioned specimens are to be tested. It also enables excellent reproducibility when clamping-sensitive materials are being tested.

Quick clamping via a switch on the fixture itself minimizes the time from removal of the specimen from the temperature-controlled area to actual testing.

Both fixtures are equipped with a centering unit to ensure that the specimen is always positioned in the plane of the notch root.

Adjustment to suit specimen width in the impact direction is via quick-change inserts with lateral guides.

Advantages

  • Rapid specimen centering and gripping
  • Fine adjustment of gripping force
  • Fast testing with pneumatic fixture
  • Constant gripping force enables high reproducibility
Prove di impatto a flessione su materie plastiche

Prove di trazione a impatto:

For impact tensile tests the specimen and yoke are aligned in a jig and clamped together.

Depending on the test method in use, the specimen plus yoke are clamped in either the pendulum or the impact tensile fixture.

The appropriate templates are used to set up for the various ISO and ASTM specimen types.

For tests to ISO 8256, Method A, a yoke is attached to the shoulders at one end of the specimen. The other end of the specimen is gripped in the impact tensile fixture. The free end of the specimen plus the yoke is struck off by the pendulum hammer. Yokes are available with masses from 15g to 120g.

For tests to ISO 8256 Method B and ASTM D1822 one end of the specimen is clamped in a specially designed pendulum hammer; a yoke is attached to the other end, which hangs free. In the test the yoke is stopped by the impact tensile fixture, while the pendulum plus specimen continues its travel.

An impact tensile fixture is available for each standard. Yokes are available from 15g to 120g.

Advantages

  • Rapid changeover to either test method
  • Precise specimen clamping and alignment
Prova Dynstat su materie plastiche

Dynstat

HIT pendulum impact testers can also be equipped for Dynstat impact tests to DIN 53435. A Dynstat fixture and the five standardized pendulums cover the range of application.

Descrizione tecnica

Hai domande o curiosità sui nostri prodotti?

Contatta i nostri esperti.
Saranno lieti di aiutarti!

 

Contattaci

Download

Nome Tipo Dimensione Download
  • Brochure settore industriale: Materie plastiche e gomma PDF 9 MB
  • Brochure: Pendoli per prove di impatto HIT da 5 a 50 joule PDF 4 MB

Prodotti correlati e accessori

Scopri di più sulle prove di impatto

Prove di impatto

Varie normative tra cui: ISO 179, ASTM D6110, ISO 180, ASTM D256
In questa sezione troverai le informazioni relative alle prove Charpy (ISO 179-1), Charpy strumentate (ISO 179-2), Izod (ISO 180), di trazione a impatto (ISO 8256) e di punzonatura (ISO 6603-2).
a Prove di impatto

Prove di flessione e impatto Dynstat

DIN 53435
Per la caratterizzazione delle proprietà del materiale nei componenti in plastica vengono eseguite prove di flessione Dynstat, prove di flessione ad impatto Dynstat e ad impatto con intaglio, in accordo alla normativa DIN 53435.
a Prove di flessione e impatto Dynstat

Prove di impatto Charpy su metalli

Nelle prove di impatto Charpy, i provini con intaglio standardizzato subiscono l’impatto con un’energia fino a 750 joule.
a Prove di impatto Charpy su metalli
Top