Vai al contenuto della pagina

Prove su elementi di fissaggio

Gli elementi di fissaggio come ganci, occhielli, viti e rivetti, sono elementi ampiamente utilizzati per unire parti che non devono essere separate sotto carico. Rientra in questa categoria anche la tecnologia di fissaggio in generale e, in particolare, quella della saldatura. Le normative di riferimento sono DIN EN ISO 9015-1 e -2, DIN EN ISO 14271 e DIN ISO 22826.

Viti/bulloni e dadi Prove di shear Prove di fatica Brochure metalli

Prove su viti/bulloni e dadi

Gli elementi di fissaggio tradizionali sono dadi e bulloni in tutte le loro varianti, sono utilizzati nella costruzione di macchinari e attrezzature complessi, così come veicoli ed edifici. Poiché le sollecitazioni meccaniche si concentrano su questi punti di connessione, l'integrità degli elementi di fissaggio è estremamente importante.

Viti/bulloni e dadi possono essere testati con un'ampia gamma di prove. Tra cui, i test di trazione e di durezza, le prove di fatica, di torsione e le prove d'urto Charpy.

Prove su bulloni, viti e prigionieri
DIN EN ISO 898-1, ASTM F606-1, DIN EN ISO 3506-1
Viti, bulloni, prigionieri e tutti gli elementi di fissaggio sono considerati universalmente importanti nella vita di tutti i giorni e non solo in ambito industriale, per questo sono soggetti a severi requisiti di sicurezza.
a Prove su bulloni, viti e prigionieri
Prove su dadi
DIN EN ISO 898-2, ASTM F606-2, DIN EN ISO 3506-2
Così come le viti anche i dadi sono considerati universalmente elementi di fissaggio importanti e per questo vengono sottoposti a controlli rigorosi.
a Prove su dadi

Prodotti per prove su viti/bolloni e dadi

Prove di taglio su elementi di fissaggio

Oltre ai carichi di trazione assiali, diversi sforzi di taglio possono interessare i componenti, e possono rapidamente portare a rottura. Le prove di taglio su parti saldate o su provini sono quindi essenziali, particolarmente quando sono coinvolte giunture rivettate. L’applicazione accurata del carico è essenziale per evitare l'insorgere di altre forze oltre quella di taglio, che falserebbero i risultati. Secondo le tue esigenze possiamo sviluppare una specifica per il corretto afferraggio dei provini o componenti per poi produrre la disposizione di prova richiesta. Questi dispositivi di prova possono essere semplici o molto complessi, ma soddisfano sempre i requisiti di prova.

Prodotti per prove di Shear

Prove di fatica su bielle meccaniche

Oltre al carico statico, gli elementi di fissaggio sono generalmente soggetti a carichi ciclici frequenti, incluse le vibrazioni. Con afferraggi speciali è possibile applicare carichi ciclici fino a 1.000 kN, in un intervallo di frequenza fino a circa 285 Hz. Durante la prova, l'azionamento magnetico richiede un consumo di potenza minimo grazie alla risonanza controllata nel sistema e nel provino, garantendo di conseguenza un test ad alta efficienza.

Nei provini a H le singole giunzioni sono soggette a carichi ciclici in trazione e compressione, mentre gli elementi di fissaggio a un effetto di taglio. I supporti per i provini a H, progettati per queste prove, distribuiscono le forze sull’intera struttura. La curvatura e l’allentamento della struttura possono essere misurati con un estensimetro.

Test di fatica ad alto numero di cicli / Test S-N
Nella prova di fatica ad alto numero di cicli (anche test S-N) secondo DIN 50100, il provino viene testato ad ampiezze cicliche basse e medie.
a Test di fatica ad alto numero di cicli / Test S-N
Test di fatica a basso numero di cicli (LCF)
Nei test di fatica a basso numero di cicli (LCF), secondo ISO 12106 / ASTM E606, il provino viene testato ad ampiezze cicliche elevate e alla deformazione plastica.
a Test di fatica a basso numero di cicli (LCF)

Prodotti per prove di fatica

Prove aggiuntive su elementi di fissaggio

Prove di trazione secondo la ISO 6892-1
Descrizione della prova di trazione su metalli secondo ISO 6892-1 a temperatura ambiente.
a Prove di trazione secondo la ISO 6892-1
Prove biassiali
Nelle prove biassiali il provino viene sottoposto al carico tramite due assi di prova, a differenza di quanto accade durante le prove uniassiali.
a Prove biassiali
Test di caduta sui metalli
Il test di caduta secondo DIN EN 10274 e API 5L è una prova meccanica sui metalli in cui un peso definito cade, da una determinata altezza, su un provino.
a Test di caduta sui metalli
Prove di flessione sui metalli
ISO 7438, ASTM A370, ISO 8491
a Prove di flessione sui metalli
Prove di durezza Rockwell su metalli
ISO 6508, ASTM E18
Prova di durezza su metalli: metodo misurazione della profondità, ISO 6508, ASTM E18
a Prove di durezza Rockwell su metalli
Prove di durezza Vickers su metalli
ISO 6507, ASTM E92, ASTM E384
Prova di durezza Vickers, ISO 6507, ASTM E92, ASTM E384
a Prove di durezza Vickers su metalli
Prove di durezza Brinell su metalli
ISO 6506, ASTM E10
Prove di durezza Brinell, ISO 6506, ASTM E10
a Prove di durezza Brinell su metalli

Cerchiamo e troviamo la soluzione di prova più adatta alle tue esigenze.

Mettiti in contatto con i nostri esperti.

Saranno lieti di aiutarti!

 

Contattaci

Nome Tipo Dimensione Download
Top