Vai al contenuto della pagina

Prove di fatica

Prove di fatica sotto carico ciclico

Nelle prove di fatica, il materiale viene sottoposto a carico ciclico con la corrispondente frequenza di prova. Questo accade con le prove di carico pulsante in trazione o compressione e le prove con carico alternato con componenti di trazione e compressione.

La rottura del materiale nelle prove di fatica si verifica spesso ben al di sotto dei limiti di resistenza statica.

I risultati delle prove di fatica sono comunemente presentati con diagrammi ciclici sforzo-carico in cui viene rappresentato il numero di cicli di rottura del provino in funzione dell'ampiezza delle sollecitazioni cicliche.

Da un lato, le prove di fatica vengono utilizzate per la determinazione del valore caratteristico e dall'altro per determinare la vita a fatica.

Fatica

La fatica del materiale è un fenomeno meccanico di progressiva degradazione di un materiale o componente sottoposto a carichi variabili nel tempo (in maniera regolare o casuale) che può portare alla sua rottura. 

La fatica del materiale è provocata dalla deformazione plastica che nella sua forma più piccola è chiamata micro deformazione plastica. Questo danno può crescere con una sollecitazione continua (crescita delle cricche), portando alla fine alla rottura definitiva del materiale o del componente.

L’analisi del danno portano ai seguenti risultati:

  • I componenti che sono stati utilizzati per un certo periodo di tempo senza alcun problema, possono improvvisamente mostrare rotture.
  • La rottura non è causata da un singolo sovraccarico.
  • La rottura si verifica ben al di sotto dei limiti di resistenza statica.
  • Il carico varia nel tempo ed è spesso ricorrente.

La vita a fatica dei componenti sottoposti a carico ciclico è limitata. Pertanto, prima dell’utilizzo di alcuni componenti critici, viene eseguita una valutazione della vita a fatica con relativo calcolo o un test a fatica per riuscire ad ottenere una stima della durabilità del componente (determinazione della durabilità).

Macchine di prova per test a fatica

Usiamo vari principi di azionamento fisico per le nostre macchine per prove dinamiche. Ogni metodo ha i suoi vantaggi e campi di applicazione specifici. Questo ci permette di trovare la soluzione perfetta per qualsiasi esigenza di prova a fatica.

Altre prove

Prove di trazione

La prova di trazione viene eseguita per esaminare il comportamento di deformazione e resistenza di un materiale sottoposto a carico di trazione.
a Prove di trazione

Prove di impatto

Le prove di impatto sono test a breve termine che forniscono informazioni sul comportamento a rottura di materiali o componenti.
a Prove di impatto

Test di caduta

Il test di caduta è una prova meccanica, in cui un peso definito cade su un provino da una determinata altezza.
a Test di caduta

Prove di trazione ad alta velocità

Durante le prove di trazione ad alta velocità, i provini piatti vengono testati con velocità di applicazione del carico molto elevate, fino a 20 m/s.
a Prove di trazione ad alta velocità

Prova di durezza

Nelle prove di durezza, viene misurata la resistenza di un corpo all’indentazione da parte di un altro corpo (più duro).
a Prova di durezza

Prove biassiali

Nelle prove biassiale, a differenza delle prove uniassiali, il provino viene sottoposto al carico tramite due assi di prova.
a Prove biassiali
Top