Vai al contenuto della pagina

Prove su semilavorati e prodotti finiti

L’obiettivo dei test su provini ricavati da parti finite o semilavorati si differenzia significativamente da quello delle prove su materiali in ingresso.
Queste ultime forniscono dati comparabili in quanto riferiti al materiale non processato. Viceversa, data la diversa natura dei vari processi produttivi, i dati sui semilavorati e sui prodotti finiti sono limitati al processo e non sono comparabili con materiali con lavorazioni diverse.

Nome Tipo Dimensione Download
  • Brochure settore industriale: Materie plastiche e gomma PDF 9 MB

Ecco perché ci sono due diversi obiettivi quando si testato semilavorati e prodotti finiti:

Caratteristiche funzionali del prodotto

Per esempio: resistenza di impilamento dei contenitori da imballaggio, isolamento del cavo sotto carico, resistenza alla rottura di una finestra durante un temporale, capacità di carico di una sedia, ecc.
a Caratteristiche funzionali del prodotto

Proprietà del materiale

Determinazione delle proprietà del materiale di un prodotto. I provini sono ricavati dal prodotto finito e vengono testati dopo il relativo condizionamento secondo gli stessi standard di prova che si applicano ai test sui materiali da stampaggio o secondo i requisiti particolari della specifica del prodotto.
a Proprietà del materiale

Prove di flessione e impatto Dynstat

DIN 53435
Per la caratterizzazione delle proprietà del materiale nei componenti in plastica vengono eseguite prove di flessione Dynstat, prove di flessione ad impatto Dynstat e ad impatto con intaglio, in accordo alla normativa DIN 53435.
a Prove di flessione e impatto Dynstat
Top