Vai al contenuto della pagina

Determinazione della temperatura di rammollimento a flessione (HDT) e temperatura di rammollimento Vicat (VST)

ISO 306, ASTM D1525, ISO 75, ASTM D648

I materiali termoplastici non hanno un punto di fusione preciso che definisce esattamente il passaggio dallo stato solido a quello liquido, si tratta piuttosto di un rammollimento graduale al crescere della temperatura.

Nome Tipo Dimensione Download
  • Brochure settore industriale: Materie plastiche e gomma PDF 9 MB

Temperatura di rammollimento Vicat VST in accordo con le ISO 306 e ASTM D1525

La temperatura di rammollimento Vicat viene utilizzata, nella tecnologia di misurazione, per il punto di fusione. Questa indica la temperatura alla quale un penetratore circolare con sezione trasversale di 1 mm², sottoposto a un carico di 10 N o 50 N, penetra di 1 mm all'interno del provino. Le norme di riferimento per la temperatura di rammollimento Vicat sono la ISO 306 e ASTM D1525.

Temperatura di rammollimento a flessione (HDT) in accordo alle ISO 75 e ASTM D648

La resistenza termica dei materiali termoplastici può essere valutata anche attraverso il test HDT: temperatura di rammollimento a flessione (HDT - Heat Deflection Temperature) , dove un provino a forma di parallelepipedo viene sottoposto a un carico a flessione, in un ambiente a temperatura crescente. Quando si ottiene il rammollimento definito dalla norma, viene rilevata la temperatura HDT. Dato che questa temperatura varia a seconda del carico applicato, della forma e delle dimensioni del provino e della velocità di riscaldamento, la temperatura di rammollimento a flessione (HDT) rappresenta un dato che può essere usato per confrontare diversi materiali. La misurazione della temperatura di rammollimento a flessione delle materie plastiche può essere influenzata anche da tensioni strutturali interne al provino. Questo metodo è definito dalle norme ISO 75 e ASTM D648 .

Metodi di trasferimento del calore

  • Il calore viene trasferito al provino con un aumento di temperatura definito.
  • Generalmente questo riscaldamento avviene per mezzo di un bagno d'olio di silicone. I risultati di prova con un alto livello di accuratezza di comparazione vengono raggiunti attraverso un ampio contatto tra il provino e il mezzo di trasferimento.
  • Inoltre, negli anni, sono stati stabiliti all'interno delle norme vari metodi alternativi per il trasferimento del calore. Una di queste alternative è stata tecnicamente implementata nel modello Vicat D, qui il provino viene riscaldato tramite trasferimento del calore a contatto tra due piastre metalliche, evitando l'uso di olio di silicone.

Cerchiamo e troviamo la soluzione di prova più adatta alle tue esigenze.

Mettiti in contatto con i nostri esperti.

Saranno lieti di aiutarti!

 

Contattaci

Prodotti correlati

Top